Visite: 101

I tiratori etnei sul gradino più alto del podio a Benevento.

Ennesima soddisfazione per il Bench rest catanese ai Campionati Italiani BR22 50 metri in corso di svolgimento al Tiro a Segno Nazionale di Benevento. I tiratori etnei si confermano come una solida realtà a livello nazionale in questa affascinante disciplina.
Emilio Pecora, tiratore che ha sulle spalle anche dei brillanti trascorsi di gioventù nelle specialità ISSF di carabina, ha conquistato il titolo tricolore individuale nelle due specialità regine: Heavy Varmint (HV) e Light Varmint (LV).
Sfida all'ultima Mouche nella categoria HV, che ha visto sul podio tutti e tre i tiratori appaiati con lo stesso punteggio, 747. Emilio Pecora la spunta con 47 Mouches sul secondo classificato Walter Botta (Legnano) con 45 M e Salvatore Pau (Sassari) terzo con 43 M. Brillanti piazzamenti anche per gli altri tiratori del TSN Catania: 4° posto per Santo Dibennardo (746 - 41M), 6° Giovanni Canzoneri (744 - 45M), 10° Carmelo Parisi 17° Marco Sassano (738 - 37M).
Nella specialità LV, ancora una strepitosa vittoria di Emilio Pecora, che si aggiudica il titolo Italiano individuale con lo straordinario punteggio di 750 e 42 Mouches (probabile primato italiano da omologare), seguito da Walter Botta (Legnano) con 749 - 40 M. Bronzo per l'altro etneo Giovanni Canzoneri (747 - 48 M). Anche in questo caso i tiratori del TSN Catania si sono fatti valere: Santo Dibennardo si piazza al 6° posto (746 - 38M), 11° Carmelo Parisi (743 - 48M), 13° Giuseppe Puntara (743 - 34M), 17° Marco Sassano (741 - 39M).
Grazie alle loro brillanti prestazioni, le rappresentative catanesi hanno conquistato il titolo italiano a squadre in entrambe le categorie.
La squadra HV (Canzoneri, DiBennardo, Pecora, Parisi) ha totalizzato 2237 punti e 133 Mouches, lasciandosi alle spalle le rappresentative di Legnano (2227 - 109M) e Modena (2224 - 121M).
La squadra LV (Canzonieri, Pecora, Parisi, Puntara) raggiunge il punteggio di 2240 - 138M, sorpassando nuovamente la squadra di Legnano (2234 - 122M) e quella di Modena San Geminiano (2224-110M).

Vivissime congratulazioni a tutti e sinceri auguri di sempre più alti successi!

torna all'inizio del contenuto